Attendi...

SentArte: un nome azzeccatissimo per un percorso di 16 panchine nel centro storico: in dialetto almeròl Sentarse significa sedersi.

La panchina è sinonimo di tranquillità: il fisico si riposa e si rilassa, le tensioni sia muscolari che mentali si allentano. Si fanno due chiacchiere, si legge o semplicemente si permette alla mente di dar libero corso ai propri pensieri. 

Le sedute pubbliche “interpretate” sono soglie tra l’interno e l’esterno dell’abitare, ma anche tra l’ieri ed il domani... incorporano e fondono elementi e saperi del passato alla ricerca di un valore estetico, umanistico, relazionale, storico ma anche fantasioso.

Oggi, nell’epoca dei Millennials, alcune diventano selfie-point... imperdibile la Panchina dell’Amore sul Col de Rivo!

1. Aspettando che.. - Sergio Tomas
1. Aspettando che..

Sergio Tomas

2. Panchina dell'amore - Mirella Bettega
2. Panchina dell'amore

Mirella Bettega

3. Bore Perse - Roberto Gobber
3. Bore Perse

Roberto Gobber

4. El Orghen
4. El Orghen

5. Me sente - Marcello Doff Sotta
5. Me sente

Marcello Doff Sotta

6. Ciocy's Fusina - Anna Bettega
6. Ciocy's Fusina

Anna Bettega

7. La Beora - Giovanni Doff Sotta
7. La Beora

Giovanni Doff Sotta

8. Non Voltarmi le spalle - Roberta & Alberto Boninsegna
8. Non Voltarmi le spalle

Roberta & Alberto Boninsegna

9. Imèr - Giangluigi Zeni
9. Imèr

Giangluigi Zeni

10. I quarti de luna - Pieralbino Loss
10. I quarti de luna

Pieralbino Loss

11. Proa a levarla - Angela Bettega
11. Proa a levarla

Angela Bettega

12. A l'ombra se sta mèio - Maurizio Carletti
12. A l'ombra se sta mèio

Maurizio Carletti